top of page

Il Priore Generale presiede il C.P.O del Cile: "Bisogna rafforzare la vita comunitaria"


“Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno. Vendete ciò che possedete e datelo in elemosina; fatevi borse che non invecchiano, un tesoro sicuro nei cieli, dove ladro non arriva e tarlo non consuma. Perché, dov'è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore”.(Lc 12,32-34). È vero: siamo un piccolo gregge, una piccola circoscrizione, con grandi preoccupazioni e desideri. Non siamo la provincia più grande dell'Ordine; in questa fase, forse siamo la più piccola (...) Ma se c'è una cosa che abbiamo notato in questi giorni, e negli ultimi anni, è che il nostro cuore è più grande della nostra realtà numerica; siamo pochi, ma facciamo rumore".


Con queste parole p. José Ignacio Busta, Provinciale di Nuestra Señora de Gracia, si è rivolto nell'omelia finale del Capitolo ai confratelli riuniti in Capitolo Ordinario a Santiago del Cile dal 24 al 27 ottobre. Il Capitolo è stato presieduto da P. Alejandro Moral, Priore Generale dell'Ordine, e con la presenza del Consigliere Generale per l'America Latina, P. Alex Lam, in un contesto chiave per la vita di questa circoscrizione che, come lo stesso Busta ha indicato ai suoi fratelli agostiniani, è e sarà sempre "orientata verso Dio" alla ricerca della "santità".


Il capitolo si è aperto con l'elezione del nuovo provinciale, che ha riconfermato il p. José Ignacio Busta per un suo secondo mandato consecutivo. Insieme a lui è stato eletto anche il nuovo Consiglio provinciale, composto da P. Enrique Catalán, P Yuliano Viveros, P. Samuel Jara e P. Juan Carlos Ayala. Contemporaneamente sono stati eletti anche il Segretario e l'Economo, rispettivamente P. Yuliano e Fr. Gonzalo Rebolledo.


Rafforzare la vita comunitaria per suscitare nuove vocazioni


Il Capitolo si è concentrato sugli affari ordinari di un Capitolo, ma con il chiaro intento di approfondire l'importanza della vita comunitaria. "Abbiamo bisogno di sostenere meglio la vita comunitaria per sviluppare meglio la missione, soprattutto nell'incontro con i giovani che vengono nelle nostre scuole e frequentano le nostre parrocchie. Penso che sia un buon ambiente per affrontare la questione delle vocazioni", ci ha detto P. Alejandro dopo la conclusione del CPO.


Allo stesso modo, l'Assistente Generale ha affermato che "l'obiettivo principale proposto per questo periodo è quello di rafforzare la vita interiore, la vita comunitaria, in modo da poter essere una testimonianza per attirare nuove vocazioni". L'importanza dell'aspetto vocazionale è tale che il nuovo governo ha posto come obiettivo primario per questo quadriennio il rafforzamento dei canali pastorali necessari per incoraggiare i giovani a rispondere alla chiamata del Signore alla vita sacerdotale.


Come racconta P. Lam, l'atmosfera generale che si è respirata in questi giorni è stata di "grande incoraggiamento e speranza", poiché "anche se il numero dei frati è ridotto, c'è un grande entusiasmo nel poter offrire il proprio servizio alla Chiesa e all'Ordine".

Collaborazione intercircoscrizionale: chiave per il rafforzamento della Provincia


Come ha accennato il Provinciale del Cile durante la sua omelia, uno degli aspetti chiave dell'Ordine in questo territorio negli ultimi 50 anni è stato quello di sostenersi e di cercare canali di incontro e di collaborazione fluida con altre realtà dell'Ordine. È il caso di Bolivia, Cuba, Panama e Venezuela. "Camminare insieme e aiutarsi nella propria missione di agostiniani" era ed è per il Padre Provinciale un tema chiave per la crescita di Nostra Signora delle Grazie.


"È stata una settimana molto piacevole - assicura il Priore Generale nelle parole rilasciate a questo ufficio -. I frati sono giovani, in buona salute e voglio sottolineare il rispetto e il buon trattamento in tutto il Capitolo".


Professioni solenni per concludere il Capitolo


Infine, sabato 28 ottobre, nella parrocchia El Buen Pastor di San Pedro de la Paz (Concepción), presieduta da P. Alejandro Moral, si è svolta la professione solenne di Fr. Edilberto Becerra e Fr. Félix García, in un clima di profonda gioia ecclesiale.


Prima del ritorno a Roma di P. Alejandro e del suo Assistente per iniziare le riunioni del Consiglio Generale, P. Ignacio ha voluto ringraziare in modo particolare per la presenza di entrambi in questo momento chiave degli Agostiniani in Cile. "Per la vicinanza, i consigli, la guida prudente e costante e il senso di corresponsabilità così proprio della nostra vita, grazie".


コメント


bottom of page