top of page

Il Priore Generale presiede le cerimonie di chiusura del Giubileo del Vicariato dell'India

Domenica scorsa, 26 novembre, solennità di Gesù Cristo Re dell'Universo, si è celebrata ad Aluva (India) la conclusione del 450° anniversario dell'arrivo dei primi religiosi agostiniani portoghesi a Goa e la successiva creazione del vicariato.


Prior General al centro de la imagen atrás del altar.

Le celebrazioni sono state presiedute dal Priore Generale, P. Alejandro Moral, accompagnato dal Segretario Provinciale della Provincia di San Giovanni di Sahagún, P. Carlos Alonso, in rappresentanza del suo Priore Provinciale, dal Provinciale d'Australia, P. Peter Johns, e dal Consigliere Generale per Asia e Pacifico, P. Anthony Banks. I Priori Provinciali delle Filippine, che hanno una stretta relazione con l'India, non hanno potuto partecipare perché è stato loro negato il visto. 


Gli eventi conclusivi del Giubileo, iniziato il 10 giugno, sono iniziati con la celebrazione eucaristica del 25 presso la casa di formazione dell'Ordine ad Aluva. La Messa è stata molto speciale e sentita, con la presenza di quasi tutti i frati del vicariato e di alcuni laici che hanno aiutato in questo periodo nella ristrutturazione della cappella della casa.



Il 26, il Vescovo ha presieduto la celebrazione che ha concluso il Giubileo, con un'Eucaristia "molto bella, molto partecipata, con molti laici e con canti molto belli", secondo le parole del Priore Generale. All'Eucaristia è seguita la presentazione del libro, scritto da alcuni confratelli del Vicariato, che racconta la storia di questi 450 anni di presenza in India. All'evento hanno partecipato il sindaco della città, il rappresentante del vescovo e il Priore Generale.


Infine, dopo la presentazione del libro, la giornata si è conclusa con una serata molto piacevole in cui gli studenti delle diverse scuole agostiniane della provincia si sono esibiti in danze e canti, dando il tocco finale a un evento pieno di gioia e gratitudine.



Un po' di storia


La missione agostiniana in India iniziò nel 1572, quando padre Antonio de Paixao sbarcò sulla costa di Goa insieme a un gruppo di religiosi agostiniani. Solo un anno dopo, nel 1573, fondarono il convento di Nostra Signora della Grazia, dove numerosi agostiniani iniziarono a vivere e a formarsi per la missione nel Paese asiatico. Uno di loro sarebbe diventato l'arcivescovo agostiniano P. Alejo de Meneses, che avrebbe servito la diocesi dal 1595 al 1612, dando un impulso fondamentale allo sviluppo del progetto missionario. Infatti, solo 60 anni dopo, la presenza agostiniana in India contava 240 membri, con Goa come punto centrale di azione, con vari conventi e attività pastorali.


Vale la pena di notare che uno dei settori in cui gli agostiniani prestarono molta attenzione fin dall'inizio fu la promozione delle vocazioni e la formazione dei futuri agostiniani o sacerdoti, creando a questo scopo centri di studi specializzati.

Oltre a questo lavoro vocazionale e a quello puramente evangelizzatore e pastorale, gli agostiniani si concentrarono anche sull'educazione, sulla promozione sociale e sull'inclusione delle donne, contribuendo a piantare il seme di quella che oggi è l'educazione moderna in India.


Alcuni dati rilevanti


Attualmente, gli agostiniani in India formano il Vicariato di Nostra Signora della Grazia, che conta con 7 comunità e un totale di 47 religiosi, 14 dei quali lavorano fuori dall'India, in altre circoscrizioni dell'Ordine di Sant'Agostino. Attualmente in India ci sono 3 parrocchie, 2 collegi e le diverse fasi di formazione per i giovani agostiniani.


Casa de tres pisos ubicada en el vicariato de la India.

0 commenti

Comments


bottom of page