top of page

La prima scuola cattolica di Malta ha un sigillo agostiniano: 175° anniversario del Collegio


Il 23 ottobre 2023 ricorre il 175° anniversario della fondazione del Collegio di Sant'Agostino, nato come Scuola di Sant'Agostino nel Convento agostiniano di La Valletta nel 1848. Questo evento segna anche l'inizio della prima scuola cattolica gratuita per i bambini maltesi, che ha dato il via a una lunga e arricchente storia di impegno della Chiesa e dell'Ordine per l'istruzione.

Padre Leslie Gatt OSA, Provinciale di Malta, condivide la sua recente pubblicazione sul Sunday Times in questa data speciale.


La scuola sopravvissuta alle vicissitudini del XIX secolo


Il rapporto della Commissione Reale del 1836 aveva mostrato chiaramente che uno dei grandi deficit di Malta era quello delle opportunità educative per i bambini e, nel giro di pochi anni, il governo inglese iniziò ad aprire le prime scuole. Sensibile a questa realtà, nel 1847 il P. Gaetano Pace Forno O.S.A., appena eletto Priore Provinciale della Provincia Agostiniana maltese - e che in seguito sarebbe diventato Vescovo di Malta - scrisse al Priore Generale dell'Ordine a Roma e comunicò la sua idea di investire in una scuola gratuita per i bambini. Il Priore Generale non tardò ad approvare ed espresse la sua soddisfazione per questa splendida iniziativa sociale che definì grande e necessaria. L'idea proposta fu discussa e approvata all'unanimità anche dal Consiglio Provinciale il 31 agosto 1848. L'allora Governatore, Sir Richard More O'Ferrall, non tardò a dare la sua approvazione e ad esprimere la sua grande soddisfazione per questo progetto educativo.


Il primo anno accademico del St. Augustine's College iniziò il 23 ottobre 1848, con diversi frati che assunsero la missione di insegnare e collaborare in questa nuova realtà. Nel corso degli anni la scuola continuò a svilupparsi, ma dopo quasi 100 anni di lavoro instancabile e ininterrotto, lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale portò alla chiusura delle sue porte il 15 gennaio 1941. Anche se formalmente chiusa, si dice che le lezioni continuarono a tenersi nel convento durante la guerra. La scuola riaprì ufficialmente i battenti il 13 ottobre 1948, in occasione del centenario della sua fondazione. Attualmente la scuola ha una programma rinnovato di Scuola Superiore Preparatoria e Scuola Secondaria, come proposto dal Dipartimento dell'Educazione per le Scuole Secondarie. Da allora la scuola fu ribattezzata St Augustine's College.


Spostamento del Collegio a Tarxien e Pieta, poi esteso a Marsa

L'impegno a fornire un'istruzione di buona qualità investendo nelle migliori risorse possibili portò nel 1954 al trasferimento del Collegio in locali più adatti che la Provincia aveva appena acquistato a Tarxien. Nel frattempo, nell'ottobre 1952, era stata introdotta una nuova classe per preparare gli apprendisti al cantiere navale. Infatti, oltre alle due classi preparatorie e alle classi secondarie, c'erano ora le tanto richieste classi professionali, molto necessarie soprattutto ora che il Collegio si trovava nella zona di Cottonera.


Pur disponendo di strutture più recenti, il Collegio di Tarxien cominciò presto a sentire il bisogno di svilupparsi e crescere per soddisfare le richieste del corpo studentesco, che andavano di pari passo con la necessità di strutture ancora migliori. Nel 1965 la Provincia Agostiniana stanziò le proprie risorse per l'allestimento di un nuovo edificio e dei relativi spazi aperti a Pietà, dove iniziò a progettare uno spazio educativo che rispondesse in modo specifico alle esigenze dell'epoca. Sebbene il Collegio si sia trasferito a Pietà nel 1966, inizialmente funzionava negli edifici originari con solo piccole ristrutturazioni. Il 1° ottobre 1973 fu inaugurato il nuovo edificio del Collegio e due anni dopo la nuova palestra.


Nel 2011 il Collegio Sant'Agostino ha riaperto il settore primario. Nel 2013 è stata utilizzata un'ex scuola pubblica a Marsa e un anno dopo la Provincia ha stipulato un accordo di enfiteusi in base al quale i locali sono diventati la scuola primaria del Collegio. Da allora, è stato avviato un ampio progetto di ristrutturazione e nel giro di pochi anni è stata trasformata nella bellissima scuola di oggi. Gli investimenti negli spazi e nelle risorse necessarie non sono mai cessati, sia a Pietà, dove nel corso degli anni sono stati realizzati diversi ampliamenti, sia a Marsa.



Spostamento del Collegio a Tarxien e Pieta, poi esteso a Marsa

L'impegno a fornire un'istruzione di buona qualità investendo nelle migliori risorse possibili portò nel 1954 al trasferimento del Collegio in locali più adatti che la Provincia aveva appena acquistato a Tarxien. Nel frattempo, nell'ottobre 1952, era stata introdotta una nuova classe per preparare gli apprendisti al cantiere navale. Infatti, oltre alle due classi preparatorie e alle classi secondarie, c'erano ora le tanto richieste classi professionali, molto necessarie soprattutto ora che il Collegio si trovava nella zona di Cottonera.


Pur disponendo di strutture più recenti, il Collegio di Tarxien cominciò presto a sentire il bisogno di svilupparsi e crescere per soddisfare le richieste del corpo studentesco, che andavano di pari passo con la necessità di strutture ancora migliori. Nel 1965 la Provincia Agostiniana stanziò le proprie risorse per l'allestimento di un nuovo edificio e dei relativi spazi aperti a Pietà, dove iniziò a progettare uno spazio educativo che rispondesse in modo specifico alle esigenze dell'epoca. Sebbene il Collegio si sia trasferito a Pietà nel 1966, inizialmente funzionava negli edifici originari con solo piccole ristrutturazioni. Il 1° ottobre 1973 fu inaugurato il nuovo edificio del Collegio e due anni dopo la nuova palestra.


Nel 2011 il Collegio Sant'Agostino ha riaperto il settore primario. Nel 2013 è stata utilizzata un'ex scuola pubblica a Marsa e un anno dopo la Provincia ha stipulato un accordo di enfiteusi in base al quale i locali sono diventati la scuola primaria del Collegio. Da allora, è stato avviato un ampio progetto di ristrutturazione e nel giro di pochi anni è stata trasformata nella bellissima scuola di oggi. Gli investimenti negli spazi e nelle risorse necessarie non sono mai cessati, sia a Pietà, dove nel corso degli anni sono stati realizzati diversi ampliamenti, sia a Marsa.




0 commenti

Comments


bottom of page