top of page

Evangelizzazione e intelligenza artificiale: insegnanti, presidi e agostiniani affrontano una delle grandi sfide del XXI secolo

L'Università di San Agustin a Iloilo, nelle Filippine, ospiterà dal 22 al 26 luglio di quest'anno un Congresso internazionale sull'educazione dal titolo "AI-vangelisation. Nuove tecnologie, apprendimento ed evangelizzazione". 



Il Congresso affronterà le implicazioni dell'intelligenza artificiale dal punto di vista antropologico, etico, pedagogico, amministrativo, didattico ed evangelizzatore. 


Padre Javier Pérez Barba, Consigliere Generale e Coordinatore della Commissione Internazionale per l'Apostolato e l'Evangelizzazione dell'Ordine, da cui dipende l'organizzazione di questa settimana, ci parla delle opportunità che il congresso offre ai direttori e agli insegnanti delle nostre scuole - a cui il Congresso si rivolge - in termini di saper individuare le sfide di questo nuovo strumento, che sta trasformando a passi da gigante il nostro modo di lavorare e di relazionarci con il nostro ambiente.  


"Credo che il Congresso possa essere un buon punto di partenza per rendersi conto di ciò che l'Intelligenza Artificiale potrebbe significare nell'immediato futuro in tanti ambiti della nostra vita e, in particolare, nel compito educativo, per imparare a identificare le sfide che pone, per conoscere i suoi limiti e i suoi rischi e, naturalmente, per sapere come trarre vantaggio dal suo potenziale". 


Cinque giorni per formare insegnanti e presidi sull'IA


Il programma, configurato in collaborazione con l'équipe locale dell'Università St. Augustine di Iloilo, si articolerà nei seguenti moduli tematici:


Durante il primo giorno, dopo il discorso di apertura, che cercherà di fornire una panoramica delle implicazioni teologiche dell'IA nell'educazione e nell'evangelizzazione, il Prof. Mike Woolridge del Royal Institute of England affronterà lo sviluppo storico dell'IA, la sua natura e le sue caratteristiche.  


A seguire, P. Daniel Gonzales, delle scuole Don Bosco, presenterà poi i principi etici che dovrebbero guidare la progettazione, lo sviluppo e l'applicazione dell'IA, nonché le implicazioni emotive da tenere in considerazione per allineare l'intelligenza artificiale ai valori umani. 


Il secondo giorno, il dottor Jasper Alontaga, direttore dell'Ufficio per l'Istruzione a Distanza Online e professore associato presso l'Università de La Salle di Manila, discuterà il rapporto tra i modelli di progettazione didattica e l'IA. Analizzerà il ruolo della progettazione didattica nel guidare l'uso intenzionale dell'IA nella pratica educativa, da un lato, ed esaminerà come l'IA trasforma, tra l’altro, i modelli didattici.  


Nel pomeriggio, con la collaborazione dei presenti, si discuteranno i limiti e i rischi, le possibilità e le potenzialità dell'incorporazione dell'IA nel campo dell'evangelizzazione. Al termine della giornata, P. Mauricio Saavedra OSA, vicerettore accademico dell'Università Unicervantes di Bogotá e decano della sua Facoltà di Teologia, affronterà il tema dell'IA dal punto di vista dell'antropologia e della pedagogia agostiniana. 


Il terzo giorno, il presidente della Elizabeth Seton School, Dr. Roberto Borromeo, approfondirà la configurazione di una gestione strategica che faciliti l'applicazione sistematica e deliberata e l'uso ottimale dell'IA nella definizione di linee guida, nel processo decisionale per l'efficienza operativa e nella progettazione di ambienti dinamici di insegnamento-apprendimento.


Il quarto giorno, la dott.ssa Nenita V. Habulan, presidente del CELPI (Formazione Continua per i Professionisti dell'Apprendimento), discuterà del cambiamento rivoluzionario e trasformativo del panorama educativo con l'avvento dell'Intelligenza Artificiale e della necessità di trovare un equilibrio tra pedagogia e tecnologia. 


Nella sessione pomeridiana, il dott. Miguel Q. Rapatan, professore associato presso l'Università de La Salle di Manila, esplorerà come gli strumenti di intelligenza artificiale (IA) possono aiutare gli educatori a fornire un supporto personalizzato in aree critiche. Si approfondirà la fase di progettazione, facilitazione e valutazione, dove i partecipanti potranno fare esperienze pratiche e scoprire come gli strumenti di IA consentano agli insegnanti di andare oltre il tradizionale approccio unico e di creare percorsi adattivi per l'apprendimento degli studenti.


Oltre alle presentazioni, gli insegnanti e i presidi delle nostre scuole avranno l'opportunità di incontrarsi e scambiare opinioni nei vari workshop e momenti di dialogo, conoscere colleghi di altre parti del mondo e condividere con loro conoscenze ed esperienze. 


Per i partecipanti internazionali sarà anche, senza dubbio, una settimana di immersione culturale che offrirà l'opportunità di conoscere usi e costumi, danze e canti tipici, di visitare i luoghi più significativi della città ospitante e dei suoi dintorni e, naturalmente, di gustare la ricchissima e abbondante gastronomia locale. 


Se fate parte della comunità educativa degli Agostiniani e desiderate ottenere maggiori informazioni o formalizzare la vostra iscrizione, visitate il seguente link.



P. Javier Pérez Barba, Consigliere Generale e Coordinatore della Commissione Internazionale per l'Apostolato e l'Evangelizzazione dell'Ordine

Informazioni sull'Università di San Agustin:


E’ la principale istituzione cattolica di istruzione superiore nella regione delle Visayas occidentali, fondata nel 1904 con il sostegno della Provincia di San Tommaso di Villanova. 


Nel corso dei suoi 120 anni di esistenza, la USA si è guadagnata un posto di rilievo tra le principali università delle Filippine. 


L'università mantiene uno status di accreditamento di livello III concesso dal PAASC, l'ente filippino per la classificazione della qualità delle istituzioni di istruzione superiore nel Paese, che la colloca tra le migliori università. 


I suoi laboratori di ricerca biologica marina rendono la USA una istituzione molto importante nella ricerca di rimedi alternativi per la cura del cancro e nella ricerca di sedimenti marini per prodotti farmacologici e per la cura della persona.



0 comments

Comments


bottom of page